CAMDEN TOWN, LA FACCIA ALTERNATIVA DI LONDRA

Camden Town, affascinante zona di Londra famosa nel mondo per il suo forte carattere alternativo e particolare, carattere che la rende sicuramente una delle mete da visitare in occasione di un soggiorno nella capitale del Regno Unito. In questo articolo vi porterò alla scoperta di questa stravagante zona londinese, attraverso il racconto della sua storia e delle sue curiosità!

Camden Town, comunemente chiamata Camden, si trova nella zona settentrionale di Londra, conosciuta principalmente per il suo forte carattere alternativo-trasgressivo e per il suo pittoresco mercato, quasi sempre affollato da turisti, studenti e persone residenti nel quartiere. Si tratta di un quartiere relativamente recente, nato nella vecchia Londra solamente nel 1790, quando il Conte di Camden decise di creare nelle sue terre in disuso, un punto di sosta sulla strada per Hampstead. La zona era conosciuta in passato come area “poco affidabile” dovuta alla presenza di gente appartenente alla malavita, immigrati irlandesi, asiatici e dei territori del sud. Tuttavia questi aspetti non hanno fermato l’interesse di alcuni personaggi di fama del panorama inglese quali, ad esempio, Charles Dickens e George Orwell, noti per essere molto legati a Camden e per averci vissuto parecchi anni della loro vita. Dickens e Orwell furono in qualche modo i precursori del rilancio del quartiere, tanto che negli anni settanta e ottanta del secolo scorso, questo fantastico luogo, pieno di arte e cultura, divenne l’agorà di studenti anticonformisti e di famosi artisti, ad esempio il grande Charlie Chaplin aveva iniziato la sua carriera sul palco del Camden Hyppodrome, oggi club Koko.

Oltre alla sua storia, Camden è conosciuta principalmente per i suoi mercati, dove passeggiando per le vie del quartiere, si possono respirare aromi e profumi provenienti da ogni parte del mondo. I mercati di Camden seguono la storia del quartiere e sono relativamente recenti, fatta eccezione dell’Inverness Street Market, un piccolo mercato ortofrutticolo che serve principalmente i locali della zona. Il mercato più importante è senza dubbio il Camden Lock Market, formato nel 1973 e attualmente circondato da una miriade di “mercatini” satellite quali il Buck Street Market, Stables Market e il Camden Canal Market. 

Questi mercati, è inutile dirlo, sono una delle principali attrazioni di Londra, specialmente durante il weekend, mercati dove è possibile acquistare a prezzi assolutamente accessibili ogni tipo di forma di abbigliamento, da capi tradizionali fino ad arrivare a creazioni ad alto grado di alternatività. Oltre che all’abbigliamento si possono trovare libri, cibo, arredamento, antiquariato e una marea di oggetti davvero bizzarri, tra i quali anche forme di oggettistica illegale quali lecca lecca al gusto di cannabis e popper (sostanze stupefacenti con proprietà altamente tossiche assimilabili per inalazione, molto diffuse soprattutto tra i più giovani). Il costante miglioramento della zona e il continuo aumento di turisti ha destato l’interesse da parte di alcuni colossi mondiali appartenenti al campo della musica (ha aperto un mega Virgin Store), dell’hôtellerie (l’Holiday Inn ha aperto in pieno centro quartiere), e della ristorazione (numerose catene di fast food hanno aperto i propri punti vendita).

Vi consiglio assolutamente una visita a Camden Town è un quartiere vivo, cosmopolita e pieno di energia, ricco di storia e di cultura. Purtroppo il turismo sfrenato ha snaturato in parte la sua essenza originaria, ma i colori e i sapori che si possono gustare sono ancora vivi nel quartiere e sono sicuramente unici al mondo!